I proff scrivono male, o lo fanno apposta?

Written by
engaged

Appena un anno fa Nicholas Kristof, giornalista americano due volte Premio Pulitzer, aveva  pubblicato sul New York Times  un pezzo sul ruolo degli “accademici”, specialisti in particolar modo nelle scienze umane e politiche e sociali, sulla cripticità del loro linguaggio accademico,  dal titolo Professors, We need You! L’editoriale molto circostanziato quanto critico  verso i docenti universitari, ha avuto una grande diffusione, e l’argomento resta di grande attualità.
In questi giorni, il blog della London School of economisc  ha pubblicato l’ articolo di una dottoranda canadese della York University Melonie Fullick , che rivela altre motivazioni del perché il linguaggio accademico, pare,  volutamente poco “open” e qualche volta incomprensibile, continui a essere utilizzato. Lei sostiene che vi sono dei laureati che  imitano la  cattiva scrittura”  dei grandi cattedratici, al fine di ottenere l’ingresso a una professione, quella del docente universitario, o del ricercatore, poco accessibile.  Melonie Fullick è convinta che ciò che è realmente in discussione è la natura della professione accademica, il ruolo degli intellettuali e studiosi, e i mezzi e le modalità  per esercitare le loro  funzioni.

La casta dei professori vuole solo auto replicarsi? O la società non da un ruolo attivo agli intellettuali, affinché naturalmente si rivolgano a un lettore, ai cittadini, non solo ai loro colleghi e agli studenti?
L’argomento è ancora molto coinvolgente e attuale, se ne occupano diversi docenti anglofoni, in fondo la lingua della ricerca internazionale e l’inglese, ma sarebbe bello capire cosa ne pensano gli accademici o ricercatori europei, e anche gli italiani.
Gli articoli che trattano di questo tema sono marcati dallhashtag #engagedacademics, che l’anno scorso su Twitter aveva raccolto migliaia di commenti.
 Qui il mio articolo sulla questione, Professors, We need You!  pubblicato sul blog del sito SulRomanzo.

La foto in evidenza è tratta da sito ONL (On Linelearnig Network) che  in uno dei suoi post parla dei 10 errori nello scrivere, che un accademico esperto può commettere “10 Mistakes of an Experienced Academic Writer”

Article Categories:
Storie

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Menu Title